Blog Chiromax

Che cos’è la resezione apicale?

Che cos’è la resezione apicale?

La resezione apicale è una procedura chirurgica con la quale viene selezionato e eliminato l’apice della radice dentale enfettato e tessuto osseo infettato adiacente.Essa consta nell’estirpazione dell’apex dentale insieme al tessuto osseo adiacente infettato,essendo proceduta o non da trattamento endodontico corretto e dall’otturazione periferica del colletto.

Quando è indicato intervenire con la proceduta della resezione apicale?

  • Quando esistano dei problemi anatomici che ostacolano la pulizia e l’otturazione corretta del colletti radicolari molto stretti
  • Quando esistano certi problemi che tengono dal restauro protetico dei denti implicati.In questo caso i denti restaurati proteticamente con infezioni periapicali possono rappresentare un problema nel caso in cui si prova il restauro endodontico.La resistenza della corona protetica può essere compomessa dall’accesso nel colletto radicolare.In più,certi denti sono restaurati con dispositivi corona’radicolari (privot metallici) di cui eliminazione dal colleto può portare alla frattura radicolare.
  • Nella situazione dell’esistenza di una frattura orizzontale della radice con necrosi apicale, perché I’approccio endodontico di questo caso non è molto sicuro
  • Quando esistano degli ostacoli sulla lunghezza del colletto radicolare che non possono essere superati con trattamento endodontico, ostacoli come strumenti fratturati (aghi di colletto rotti), materiali di restauro, frammenti di pivot fratturati.
  • Nella situazione di certi errori di procedura nel trattamento endodontico, come otturazioni incomplete e debordanti, vie false, granulomi residuali
  • Quando esistono delle lesioni periapicali grandi che non si risolvano più con trattamento di colletto, per evitare la riacutizzazione dell’infezione cronica con l’inseminazione con germi dalla cavità orale
  • Perché si fa la resezione apicale?
  • Perché nessun lavoro protetico, anche se su impianto di ultima generazione, non sostituisce perfettamente la funzione e la
  • resistenza in tempo di un dente naturale sano, è raccomandato salvarlo con la terapia endodontica e l’intervento chirurgico
  • dove sia possibile.

A quale gruppo di denti si fa la resezione apicale?
La resezione apicale si può eseguire a tutti i gruppi di denti, ma dipende dalle situazioni anatomiche diverse delle radici in
relazione alle superficie ossee e dalla relazione con le cavità anatomiche dalla vicinanza. Di solito, questo tipo d’intervento è
limitato per i molari 2 superiori ed inferiori e per i premolari inferiori dove la difficoltà operatoria consta nella vicinanza con il forame mentoniere ed implicitamente il fascio vascolo -nervoso mentoniero (possibilità della sun lezione).

Come si fa la resezione apicale?
Questo intervento chirurgico fa parte dalla categoria della chirurgia dento- alveolare, in seguito si fa sotto anestesia locale o, in certi casi (pazienti difficili, ansiosi), sotto anestesia generale, poiché il paziente deve essere cooperante per non sentire dolore.
L’intervento viene eseguito frequentemente sulla sedia odontoiatrica e decorre in ambiente asettico trattato con ozono, con campi e vestiti sterili e di unico uso.
La procedura consta nella pratica di una piccola incisione nella prossimità della radice dentale vistata per avere accesso alla porzione di osso affetta. Si elimina tutto il tessuto infetto, compreso una parte dalla radice, essendo necessaria poi l’otturazione retrograda del colletto endodontico. La cavità nuovamente formata sarà trattata con ozone, per ottenere una
zona totalmente asettica. In certe situazioni il difetto osseo rimasto in seguito al currettage è abbastanza grande e la capacità di cura dell’organismo è superata. In queste situazioni si va all’addizione d’osso artificiale e/o sostanza stimolante per la crescita ossea, il campo essendo isolato con una membrana di collageno riassorbibile per non permettere la proliferazione di tessuto gengivale nel luogo di quello osseo. Si sutura la plaga con fili non riassorbibili e si tratta con OzonyTron per ottenere una cura precoce. Questi fili saranno rimossi 6-7 giomi più tardi.

Che si reaccomanda fare dopo la resezione apicale?

  • proteggere per un periodo i denti, evitando gli alimenti duri e la soprasollecitazione in masticazione,
  • dare un’attenzione maggiore all’igiene orale
  • seguire il trattamento antibiotico e antinafiammatorio prescritto,
  • se appariscono dei dolori qualche giorno dopo l’intervento,andate dal dottore,per evitare l’apparizione delle complicazioni settiche.