Dizionario esplicativo

Accesso dentate – Raccolta di pus, bean delirnitata da tessuti dintonio, fonnata in seguito alladisintegrazione dci tessuti, di solito sotto l’azione di alcuni agenti mierthici o parassitari – Foote DEX’9X
Imbiancatura dci denli – è una procedura con cut otteniamo on coloro piii chiaro dci denti L’imbiancatura dci denti si fa dal dottore on cam. Usate soltanto degli agenti di imbiancatma pn~osti dal Son dottore.
Alveolitc – infianmiazione acuta o cronica dell’alveolo del dante, the peso apparire inseguito all’eslrazione.
Amalgama dentate – la combinazione dell’argento cmiii mercwio p0cm ad isa mateiiale usato acHe otturazioni dentali.
Impronta dentate – mascherina di isa dante o del tessuto adiaceate
Anestetico – medicamento utilizzato dal medico stomatologo per diminuire o sopprimere il dolore del paziente durante alcuni interventi stomatologici
Antisettico – una sostanza che combatte lo sviluppo dei germi patogeni.
Apex – apice della radice del dente.
Aspiratore – dispositivo usato per la rimozione della saliva dalla cavità orale.
Filo dentale – filo sottile che viene introdotto tra i denti per rimuovere i resti alimentari.
Spunto dentale protetico – un dente o un impianto utilizzato per sostenere le protesi dentali fisse o mobili
Bruxismo – digrignamento o contrazione dei denti.
Malattia parodontale – infiammazione del parodonto (tessuti gengivali e / o parodontali), cioè del tessuto di sostegno del dente.
Celletto radicolare – rappresenta lo spazio dall’interno della radice di un dente che contiene tessuto di polpa; nel colletto radicolare si trovano i vasi di sangue e nervi.
Caria dentale – distruzione dello smalto e della dentina da causa batterica.
Cemento dentale – on materiale speciale utilizzato per fissare una corona.
Cemento – tessuto che copre la radice del dente.
Composito – materiale di ricostruzione usato per otturazioni dentali. Inoltre esistono anche corone da materiali compositi.
Cosmetica dentale – disciplina della stomatologia che necessita delle conoscenze dettagliate un occhio artistico.
Consulto dentale – esame del paziente da parte di un dottore per dare la diagnosi e l’indicazione dei metodi di trattamento.
Corona dentale -una cappa cite che si mette su uno scudo dentale. Questa rifarà il dente. Quando mancamo dei denti viene realizzata una ponte (più corone).
Cuspido – parti protuberanti della superficie di masticazione di un dente.
Detartraggio – procedura dentale che aiuta alla rimozione della placca batterica, del tartaro e delle macchie sui denti.
Dentina – strato del dente che si trova sotto smalto e cemento.
Dentizione primaria – conosciuti anche con la denominazione di “denti di latte” o denti temporanei.
Endodonzia – ramo della stomatologia the cura delle lesioni o malattie della polpa o dei nervi dei denti.
Sfaccetta – una materiale (composito o ceramica) usato per coprire le facce dei denti.
Gengiva – è un tessuto che copre i denti.
Gengivectomia – estirpazione o rimozione della gengiva.
Gengivite – la gengivite rappresenta lo stadio iniziale di una malattia della gengiva Le gengive diventano rosse, gonfie e sanguinano facilmente.
Halena – rappresenta la respirazione con brutto odore. Può essere causata dalla presenza delle carie, dalle malattie parodontali, fumo o problemi respiratori
Impianto dentale – L’impianto dentale è un pezzo di metallo, il più spesso una vite, che è messo sull’osso del maxilare o della mandibola (nel posto dell’ex radice del dente) per aiutare alla sostituzione di uno o più denti mancanti.
Mandibola – osso inferiore alla cavità orale
Maxilare – osso superiore alla cavità orale.
Molari – denti situati posteriormente che hanno delle corone grandi e superfici larghe di masticazione.
Otturazione dentale – intasatura della cavità di un dente. Popolarmente è usato it termine di “poimbatura”.
Odontoiatra – dottore stomatologo specialista che corregge le irregolarità dentali, portando i denti nella posizione corretta.
Profilasi dentale – procedura medica che con il detartraggio o levigatura rimuove la placca batterica, il tartaro ed i pigmenti.
Protesi dentate – pezzo protetico che sostituisce uno o più denti. E’ un termine generale, rappresentando ponti dentali, protesi dentali o otturazioni.
Palato – parte superiore della cavità orale che separa la cavità orale di quella nasale.
Pedodontista – medico stomatologo specializzato che cura i bambini.
Periapicale – zona dintorno all’apice della radice del dente.
Pericoronarite – infiammazione del tessuto gengivale dintorno alla corona del dente incontrata frequentemente a livello del molare tre.
Parodontico – tessuto di sostenimento dei denti.
Paradontologa – medico stomatologo specializzato che cura le malattie dei tessuti di sostenimento dei denti.
Parodontite – infiammazione del tessuto di sostenimento dei denti. Si cazatterizza dalla mobilità dentale.
Placca dentale -depositi di sostanza che si accumulano sulla superficie dei denti.
Porcellana dentale – è un dispositivo corono – radicolare cementato nel colletto radicolare avendo ruolo di sostegno e ritenuta del materiale di restauro o di una corona.
Ponte dentale -rappresenta un metodo di protesi fissa nel caso della mancanza dci denti. Ogni ponte dentale ha almeno due sostegni.
Polpotomia – rimozione di una porzione della polpa nello scopo del mantenimento della vitalitá della polpa rimasta
Radiografia panoramica -radiografia che contiene entrambi i maxilari nella stessa pellicola.
Rifondazione – processo di restauro della superficie (mucosa ) della protesi dentale in seguito alla ritrazione della mucosa.
Radice dentate – parte anatomica del dente che localizzata nell’alveolo.
Smalto dentale – parte del dente che copre ta corona dentale. Lo smalto è la sostanza più dura dall’organismo. 
Stomatite – Stato patologico constando nell’infiammazione della mucosa della cavità orale.
Tartaro – composto sedimentario che si mette sulla superficie dei denti, specialmente nelle zone di versamento delle ghiandole salivare.
Truman – Contrazione spastica involontaria dei muscoli della mandibola che ostacola l’apertura della bocca.
Xerostomia – Sensazione di secchezza della bocca, per una salivazione insufficiente.