I nostri Servizi

Implantologia

Implantologia

Cos’è l’impianto?

  • L’impianto è un dispositivo da un materiale biocompatibile (più delle volte sotto la forma di una vite) che sostituisce la radice o le radici dei denti perduti. Su queste strutture che possiamo denominare anche radici artificiali vengono fissati lavori protettici dentali fissi o mobilizzati
  • Statisticamente, la quota di successo dell’impianto è tra 93-96% a 5 anni dopo insemento
  • Ii mantenimento in tempo dei lavori sugli impianti è condizionato per primo della buona igiene orale e dai controlli periodici
  • La confezione dell’impianto in titano, che non da delle allergie, fa che il fenomeno di rigetto da parte dell’organismo non esisti
  • L’uso dell’impianto è condizionato spesso dall’esistenza di una dimensione idonea dell’osso della cresta alveolare, cioè da una valutazione quantitativa, ma anche dalla quatità dell’osso
  • Indicazioni
  • L’impianto è indicato se esistano delle entità unidentale o multiple a livello di entrambe le arcadi. La presenza delle entità porta, in tutti i casi, alla migrazione orizzontale o verticale dei denti vicini, accompagnata da fenomeni di atrofia ossea come conseguenza di una forza nociva sviluppata in tempo a livello delle arcadi. Più delle volte, la modifica dell’occlusione (del morso) si rifletta con modifiche a livello dell’articolazione temporo – mandibolare che sono sintomatiche o meno.
  • II potenziale paziente candidato a protesi per impianti necessiterà delle indagini specifiche per la valutazione sia dello stato di salute e l’individualizzazione dei fattori di rischio che possono complicare il trattamento, come anche delie controindicazioni
  • II paziente è informato preoperatorio riguardo alla tecnica d’inserimento dell’impianto, alla durata del trattamento, ai vantaggi riguardo al trattamento protetico convenzionale, come anche ai costi

Vantaggi dell’impianto:

  • Efficienza masticatoria aumentata
  • Previene ii riassorbimento dell’osso della cresta alveolare che mantenere il suo volume e la sua qualità intorno all’impianto
  • Il mantenimento dell’integrità dei denti adiacenti alla zona del dente mancante che, nel trattamento proteitico convenzionale sono levigati e più delle volte, devitalizzati
  • I risultati dell’inserimento dell’impianto, generalmente, sono influiti da condizioni locali o generali. Le condizioni locali sono:
  • L’igiene difettosa porta alla formazione della placca batterica e all’infezione della gengiva e dell’osso intorno all’impianto (come al dente) con la perdita del supporto osseo sottoadiacente. Questo si può risolvere con l’igiene professionale al dottore
  • II fumo influisce con il deposito dei prodotti di combustione che accelerano i fenomeni infiammatori e con la vasocostrizione (irrigazione sanguinea difettosa) della gengiva e dell’osso, seguite da atrofia. Per questo, il ilimo è una controindicazione relativa o, secondo alcuni autori, anche assoluta, sapendo che ai fumatori la sopravivenza dell’impianto è molto più piccola riguardo ai non fumatori.

Le condizioni generali sono:

  • Malattie croniche come il diabete non compensato o SIDA
  • Malattie metaboliche ossee
  • Trattamenti con steroidi
  • Osteoporosi non trattata, ecc.
  • Quindi è molto importante la discussione previa con il medico curante per eliminare tempestivamente i possibili problemi che possono portare at fallimento dell’impianto. La buona collaborazione con il paziente farà si che il medico possa fare una valutazione corretta dello stato di salute. E’ importante sapere che l’età avanzata non rappresenta un impedimento nel trattamento dell’impianto perché la vecchiaia non è una malattia. La salute è determinante.