Blog Chiromax

Terapia e endodonzia

Terapia e endodonzia

L’endodonzia è la specialità della medicina dentale che si occupa con la terapia delle malattie dentali avendo il punto di partenza alla polpa del dente, ossia nel tessuto vivo situato al suo interno. II trattamento endodontico significa, in linguaggio abituale, trattamento di colletto.

Cosa significa i1 trattamento endodontico?
II trattamento endodontico è un tipo specializzato di trattamento dentale, di cui obiettivo finale lo rappresenta di salvare dall’estrazione di un dente con radice malata. La terapia endodontica cura la polpa del dente. Questa rappresenta il tessuto molle dall’interno del dente che contiene vasi di sangue, nervi, fibre e cellule.Una delle cause della malattia della polpa lo costituisce le carie dentali, specialmente quelle profonde, che espongono la polpa ai batteri della saliva. In seguito, questa si infetta e la sua malattie è irreversibile. Con il trattamento endodontico vengono rimosse le polpe infette, sterillizzati i colletti radicolari tramite trattamento meccanico e medicale e sigillati con una pasta, per proteggere la rispettiva locazione da eventuali nuove infezioni. II trattamento è complesso e viene reatlzzato in minimo 2-3 incontri secondo il grado di malattia della polpa. Quando l’infezione è molto avanzata, il trattamento può essere esteso per una durata maggiore di tempo. Per poter scegliere la più efficiente variante di trattamento, il medico vi raccomanderà l’esecuzione di una radiografia dentale e userà una camera intraorale per visualizzare meglio la rispettiva locazione.

Quale sono i sintomi delle affezioni della polpa dentate?

  • apparizione di dolori lievi fastidiosi
  • apparizione del dolore spontaneo, che irradia e che è di durata e non cede agli antinevralgici
  • apparizione del dolore di masticazione o all’irrigidirsi dei denti
  • apparizione del dolore nevralgico a caldo o a freddo o del dolore pulsatile violente.

Quale sono gli effetti della mancata cura tempestivamente di queste malattie?

  • si possono complicare, arrivando a livello dell’osso alveolare, the determina dolori intensi e di lunga durata e dolori notturni.
  • possono evoluire verso altre forme più complicate come accessio flemmone
  • possono influire sul successo del trattamento endodontico

Cos’è l’accesso?
Quando la polpa del dente si infetta, questa infezione si diffonde e avanza all’osso intorno alla radice del dente e forma un accesso.

Cos’è flemmone?
II flemmone è un’infiammazione acuta o sottoacuta del tessuto molle. Essendo dovuto all’infezione della polpa dentale, esso provoca la distiuzione dei tessuti e la formazione di pus.

Quali sono i benefici del trattamento endodontico comparativo all’estrazione?
L’alternativa del trattamento endodontico è soltanto l’estrazione. L’assenza di uno o più denti crea dei problemi di fisionomia, masticazione e parlato. Dopo l’estrazione, durante il tempo, esiste in possibilità della migrazione dei denti restanti, modifiche dell’occlusione (muscoli) e dell’apparizione dei denti .In queste condizioni, i denti estratti devono essere sostituiti con un restauro protetico fisso, impianti dentali o una protesi mobilizzabile, che si rimuove dalla cavità orale. Tutte queste suppongono delle manovre chirurgiche, cioè tempo e risorse materiali supplementari. Anche se esistono delle soluzioni protetiche moderne buonissime ed efficienti per la sostituzione dei denti e degli impianti di qualità altissima, niente è meglio del Suo dente naturale.

Cos’è necessario fare insieme al trattamento endodontico?
Poichè un dente trattato endodontico, non avendo tessuto all’intemo dei colletti radicolari, diventa cassante e si può fratturare, è raccomandato il restauro coronario finale con una corona dental e realizzata in laboratorio a favore di un’otturazione, poiché l’otturazione semplice può portare a frattura. Questo deve essere realizzato tempestivamente (al massimo in un mese dalla finalizzazione del trattamento endodontico) per prevenire la frattura del dente e l’entrata all’interno dei colletti della saliva che determinerebbe la loro reinfezione. II trattamento endodontico può essere annullato con l’entrata delle batterie in colletti. Al più piccolo segno di malattia coronaria, cioè di frattura dell’otturazione, di rnobilità della corona, di apparizione di una fessura/frattura o di una caria sul dente, il paziente deve presentarsi al dottore odontoiatra generico per il restauro o per la sua sostituzione. Inoltre, è necessario rispettare le regole d’igiene orate e di verificare lo stato dentale almeno una volta l’anno